Come funziona S-Drive

Come funziona S-Drive

La rivoluzione epigenetica

Oggi, sappiamo che la nostra espressione genetica viene influenzata da fattori ambientali per il 98%. Come ci alimentiamo, come viviamo, come pensiamo, incide sul nostro patrimonio innato potenziando o inibendo fattori ereditari.

S Drive è la nuova tecnologia che consente di effettuare una mappatura epigenetica -ovvero come l’ambiente sta interferendo con il nostro corpo- partendo da 3 o 4 bulbi capillari.

Il capello è il bio marcatore più importante del nostro organismo, poiché registra la frequenza di tutte le sostanze che sono entrate in contatto con noi. Grazie ai progressi della scienza fisica, la bobina di spettro inserita in S Drive coglie le onde longitudinali emesse dalla radice del capello e le trasmette, tramite risonanza, al centro di valutazione in Germania. Le informazioni vengono ricevute, decodificate e processate attraverso algoritmi e sistemi di Intelligenza Artificiale, permettendo agli operatori di S Drive di comprendere l’interazione degli innumerevoli impatti ambientali sul sistema metabolico.

Ogni elemento avente una massa ha un’energia e quindi vibra a una certa frequenza. Ogni elemento entrato in contatto con noi ha una frequenza che può essere raffrontata a un benchmarck, rappresentando uno dei molteplici punti dell’onda longitudinale letta dal dispositivo.

Come un’immensa risonanza magnetica, in 15 minuti S Drive è in grado di tracciare 800 markers: vitamine, aminoacidi, minerali, EFA, antiossidanti, alimenti/additivi alimentari, tossine, interferenze elettromagnetiche, acidi grassi essenziali.

A livello quantico, la complessità e il numero esatto di interazioni all’interno e all’esterno del corpo umano sono soprendenti

S Drive è in grado di tracciare un quadro completo del sistema corpo, dando un report che non si basa solo sulle tradizionali mancanze o sulle caratteristiche termiche e fisico-chimiche dei nutrienti che il corpo assorbe, ma che offre un’informazione completa di TUTTI i fattori microambientali capaci di causare interferenza, disarmonia e quindi in ultima istanza patologia.

Gli alimenti evidenziati dal report sono quelli maggiormente indicati per migliorare lo stato energetico del corpo, aiutandolo a sostenere l’omeostasi.

Prelievo

Prelievo dei bulbi capillari

Dalla nuca, vengono prelevati tre bulbi capillari con una pinzetta e posti al centro del dispositivo S Drive.

È fondamentale che vi sia il bulbo, perché in esso sono contenute le informazioni bio-fisiche necessarie all’analisi.

Analisi

Fase di analisi

Le informazioni contenute nei bulbi capillari vengono rilevate e digitalizzate in pochi istanti, grazie a un complesso sistema di algoritmi e restituite in 15 minuti sotto forma di report epigenetico

.

Trasferimento

Trasferimento dati

La bobina di S Drive raccoglie le onde sinusoidali contenute nei bulbi, corrispondenti a ogni elemento sia entrato in connessione con il nostro sistema corpo-psiche:
il cervellone di Amburgo le raffronta a un benchmark e le trasforma in informazioni rilevanti sotto il profilo biologico, chimico e frequenziale

.

Analisi

Analisi del report

Il report fornisce circa 800 indicatori epigenetici: vitamine, minerali, aminoacidi, acidi grassi, metalli pesanti, frequenze elettromagnetiche, sostanze tossiche.

Un quadro completo che consente una valutazione di ogni area del corpo, permettendo di leggere i fattori di rischio presenti e futuri e fornendo la base per una anamnesi infallbile